Skip to content

Bio

Italiano

I Delyria nascono nel 2005 a Grosseto, Italia,prendendo il nome dall’opera prima del regista milanese Michele Soavi.
La formazione originale vede musicisti provenienti da diverse esperienze musicali come il thrash/death metal, hard rock, epic e black metal. Dopo una serie di live nei locali della Toscana proponendo una scaletta in tributo ai Death di Chuck Schuldiner, danno alle stampe il loro primo demo ‘’At the wane of the sun’’ che serve alla band per far conoscere al pubblico la propria proposta musicale.
Il sound heavy misto a un cantato tipicamente death riscuote una certa curiosità tra gli addetti ai lavori e spinge i Delyria a pubblicare nel 2007 il loro primo MiniCD: ‘’Tales from my abyss”. Questo rappresenta il vero punto di svolta della band che riesce a trovare un proprio sound con pezzi violenti e veloci che trovano una ottima resa in sede live. Questo secondo lavoro riscuote un eccezionale successo tra la stampa e i blog specializzati, riuscendo a ottenere il titolo di Top Demo su Metal Hammer, Metal Shock e Holy Metal e raggiungendo votazioni elevate su molte altre webzine. Dopo due anni passati calcando i palchi di tutta Italia, suonando spesso insieme a gruppi già affermati come Necrodeath, Dark Lunacy e Sadist, i Delyria decidono di compiere il grande passo, firmando con la SG Records per il primo full length. Nel 2009 viene così dato alle stampe “Regression in mind”. Un lavoro curato nei minimi dettagli. L’artwork viene affidato ad Eric Lacombe mentre le registrazioni vengono effettuate presso i 16th Cellar di Roma. Questo album diventa una delle migliori sorprese del 2009 e consacra i Delyria a livello nazionale. L’uscita del disco è seguita da un intensa attività promozionale live che consolida una discreta presenza fissa di fans. Nel 2011 Andrea (voce), Francesco (basso) e Daniele (batteria) vengono sostituiti da Alessandro, Fabrizio e Marco che portano nuova linfa vitale all’interno della band. Energia che spinge il gruppo a entrare nei Zenith Studios di Giancarlo Lucheroni per la registrazione del terzo disco che verrà completato nel 2013 ma mai distribuito per una rivoluzione totale della line up. Nel 2015 infatti entrano in formazione Sam (voce), Kyle (batteria) e Riccardo (Basso) e il gruppo decide di riprendere il lavoro intrapreso tempo fa con Regression in Mind. Nel 2016 i Delyria entrano nei Black Lagoon studios di Fabrizio Menghini per registrare il quarto disco di inediti, affidando la produzione ai Southern Division Recordings di Andrea Alunno Minciotti. Esce così Sulphurous Extinction, caratterizzato da un sound più aggressivo e testi che indagano nei meandri più scabrosi dell’animo umano riconoscendo nella natura l’unica vera legge che valga la pena rispettare e che possa redimere l’umanità.

English

Delyria are born in 2005 in Grosseto, Italy, taking their name from the work of director Michele Soavi.
The original lineup is made of musicians from different musical experiences such as thrash / death metal, hard rock, epic and black metal.
After a series of live performances in Tuscany, proposing songs in tribute to Chuck Schuldiner’s Death, they give birth to their first demo “At the wane of the sun” ,allowing people to notice their musical proposal. The mixture of heavy sound with a typical death growl vocal rises a certain curiosity among insiders and pushes Delyria to publish in 2007 their first MiniCD: “Tales from my abyss”.
This is the real turning point of the band that manages to find its own sound with violent and fast songs that give great results on stage. This second work is greatly praised among the press and specialized blogs, managing to obtain the title of top demo on Metal Hammer, Metal Shock and Holy Metal and achieving high grades on many other webzines.
After two years treading the stages throughout Italy, often playing along with already famous groups such as Necrodeath, Dark Lunacy and Sadist, the Delyria decide to take the plunge, signing with SG Records for the first full length.
In 2009 is the year of “Regression in mind.” A work studied in every detail. The artwork was entrusted to Eric Lacombe while recordings were made at 16th Cellar Studios in Rome. This album became one of the best surprises of 2009 and consecrates Delyria nationwide.
The album release was followed by an intense live promotional activity which consolidated a discreet following of fans.
In 2011 Andrea (vocals), Francesco (bass) and Daniele (drums) are replaced by Alessandro, Fabrizio and Marco who bring new life into the band. Energy that drives the group to enter Giancarlo Lucheroni’s Zenith Studios for the third album that will be completed in 2013 but never released due to a total revolution of the line up.
In 2015 the line up is reforged with Sam (vocals), Kyle (drums) and Riccardo (Bass), and the group decided to resume the work started some time ago with Regression in Mind.
In 2016 the Delyria enter Fabrizio Menghini’s Black Lagoon studios to record the fourth album of unreleased songs, entrusting the production to the Southern Division Recordings with Andrea Alunno Minciotti.
The album is titled “Sulphurous Extinction”, characterized by a more aggressive sound and lyrics that explore the gory meanders of the human soul, recognizing nature as the only true law that is worth respecting and that can redeem mankind.